martedì 3 dicembre 2019

Il Gruppo Zignago passa a SAP HANA con Personal Data e NetApp

Personal Data , system integrator bresciano del Gruppo Project focalizzato su soluzioni per la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT, ha rinnovato l'infrastruttura storage e implementato il passaggio a SAP HANA del Gruppo Zignago , solida realtà industriale veneta, grazie alle soluzioni All Flash Storage e MetroCluster di NetApp, player di riferimento nel campo dei dati per cloud ibrido.

La Zignago Holding è costituita da un portafoglio di aziende che operano in vari settori industriali, quali la Zignago Vetro che produce e commercializza contenitori in vetro cavo, la Zignago Immobiliare che gestisce beni immobili, il Gruppo vinicolo Santa Margherita che opera nella produzione di vini di alta qualità, la Multitecno che si occupa di ricerca, sviluppo e produzione di sistemi innovativi per la sanificazione e disinfestazione ecologica e la Zignago Power che produce energia elettrica da fonti rinnovabili. La capogruppo Zignago Holding che ha sede a Fossalta di Portogruaro (Ve) fornisce servizi e coordinamento in ambito finanziario, amministrativo, legale, fiscale, informatico e risorse umane per le società controllate che occupano oltre 2.500 dipendenti.

In occasione del passaggio all'architettura SAP HANA Tailored Data Center Integration (TDI), l'esigenza principale del Gruppo Zignago  era quella di avere un unico sistema in grado di gestire i branch office sparsi in Europa e Stati Uniti. Personal Data che collabora con la società da diversi anni, ha proposto una soluzione in MetroCluster per la Business Continuity - con macchine virtualizzate VMware - come quella già presente ma dimensionata e più performante. Il precedente FAS3220 è stato riconfigurato come sistema ad alta disponibilità di tipo Full Flash AFF A300, a 4 nodi, connettività su 10 Gb Ethernet, passando da dischi SAS a SATA e SSD, che ha permesso la creazione di una soluzione centralizzata per il Disaster Recovery basato su SnapMirror/SnapVault, localizzato nel CED di Fossalta di Portogruaro che utilizza sistemi FAS entry level per le cinque filiali dislocate del gruppo, per l'erogazione dei servizi CIFS e infrastruttura VMware.

"Dopo aver valutato con Personal Data quale fosse il sistema migliore per gestire gli ambienti SAP HANA, abbiamo optato sempre per una soluzione in MetroCluster di NetApp ma con caratteristiche e dimensionamento adeguati alle nuove esigenze", afferma Paolo Moretti, Responsabile dei Sistemi Informativi del Gruppo Zignago. "È stata implementata anche una coppia di ClusterLion per ridurre ulteriormente i tempi di RTO e RPO (si parla di valori pari a 0): in questo modo il sistema 'riconosce' automaticamente qual è il sito con problemi e lo esclude. Una volta risolto, questo verrà riacceso e in modo automatico sarà effettuato l'allineamento dei dati, ottenendo un significativo aumento del livello di affidabilità."

Grazie all'adozione di un sistema All Flash con SSD - AFF A300 - il Gruppo Zignago ha ottenuto prestazioni molto più elevate, con un incremento I/O del 70-80%. Si parla quindi di performance di alto profilo certificate e mantenute nel tempo (10.000 operazioni con latenza di 0,5 millisecondi). Inoltre, a fronte di una maggiore capacità si è ottenuto un risparmio spazio/disco del 50%. SAP HANA, e comunque SAP in generale, ha necessità di avere un certo numero di ambienti (clonazione, preclonazione, staging, sviluppo e così via): con uno sistema tradizionale avrebbe occupato un notevole spazio storage, mentre con la tecnologia NetApp 'incrociando' le funzionalità di deduplica, snapshot e flex cloning, questo si è ridotto a oltre un decimo.

venerdì 22 novembre 2019

"Wireless as a service"

di Atul Bhatnagar, President and CEO, Cambium Networks

Nel suo libro "Alla ricerca dell'eccellenza", uno dei punti chiave indicati da Tom Peters è "Attenersi al lavoro a maglia" (Stick to the Knitting). L'idea di base è che le aziende leader dovrebbero rimanere focalizzate sul proprio "core business" e concentrare gli investimenti nell'ottica di migliorare ulteriormente ciò che già fanno al meglio. Il concetto sembra ovvio, e il mondo degli affari offre notevoli esempi di aziende che sono state capaci di focalizzarsi con successo e altre in cui le distrazioni hanno invece causato seri problemi. Oggi, decenni dopo questa intuizione, la connettività Internet è un perfetto esempio di quelle "distrazioni" che costituiscono una continua sfida a rimanere focalizzati sul core business, mentre per altri la tecnologia delle comunicazioni è esattamente al centro del loro business.

Consideriamo le scuole come esempio. Il loro core business è educare gli studenti. Quando l'apprendimento è diventato online e sempre più interattivo con lo streaming video, le esigenze di connettività in classe passano da un dispositivo per studente a tre o più. Non molto tempo fa, ogni scuola in un distretto aveva uno o due specialisti IT per supportare le esigenze di comunicazione di aule, uffici e aree pubbliche. I team IT dovevano essere certificati, formati e immediatamente disponibili per gestire la rete. Le attività chiave del funzionamento della rete sono diventate sempre più costose in un settore in cui i budget sono invece molto limitati. Ogni scuola, così come qualsiasi attività commerciale, deve disporre di comunicazioni wireless di alta qualità che non le distraggano dal proprio core business.

La buona notizia è che la connettività Internet è esattamente il core business dei Managed Service Provider. Questi specialisti della comunicazione servono più aziende in molti settori e, poiché si concentrano esclusivamente sulla connettività wireless, forniscono:

    • Gestione centralizzata dell'intera rete
    • Progettazione, pianificazione, installazione, provisioning e manutenzione della rete
    • Miglioramento complessivo delle prestazioni della rete e dell'efficienza operativa
    • Rapporti dettagliati sulle prestazioni

Cambium Networks, grazie alla recente acquisizione di Xirrus, mette a disposizione degli MSP il Command Center. Il sistema consente di:

    • Inserire e rendere operativi nuovi clienti in pochi minuti
    • Monitorare e gestire fino a 1.000 reti di clienti da un'unica console
    • Identificare e risolvere rapidamente i problemi grazie alla visualizzazione delle reti dei clienti con codice colore
    • Gestire la parte amministrativa delle reti in modalità "role-based"

Un  MSP ha recentemente affermato di vedere la sua attività come un “Managed Services Partner" per i suoi clienti aziendali: collaborando nel vero senso della parola, entrambe le parti sono in grado di concentrarsi sulle aree in cui hanno più esperienza e sono perciò nelle condizioni di offrire le migliori prestazioni con la massima efficienza complessiva.

Nei prossimi mesi, Cambium Networks condividerà esperienze specifiche relative a grandi aziende, centri congressi, distretti scolastici, università che hanno esternalizzato la propria gestione Wi-Fi lasciando ai partner MSP il compito di concentrarsi sulla tecnologia delle comunicazioni. Questa strategia consente alle aziende di avere una connettività affidabile per gestire al meglio il proprio business, restando focalizzati sui propri obbiettivi.

Etichette: ,

mercoledì 30 ottobre 2019

Connettività wireless per la protezione delle isole dell'Arcipelago Toscano.

Il monitoraggio e la videosorveglianza delle aree marine protette sono possibili grazie ad una avanzata infrastruttura wireless basata sulle soluzioni Cambium Networks

Il Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano, nato nel 1996, si estende su un’area di 79.160 ettari tra le province di Livorno, Grosseto e l’area a mare. È uno dei Parchi Nazionali italiani con la più forte integrazione tra terra (22%) e mare (78%) e il maggior numero di isole, significativamente distanti e diverse tra loro, ricche di specie endemiche da salvaguardare. Nel 2014 l’Ente Pubblico che gestisce il Parco ha indetto una gara per il monitoraggio e la videosorveglianza di tutte le aree marine protette all’interno delle isole dell’ Arcipelago Toscano. L'area interessata comprende, partendo da nord, le splendide isole di Gorgona, Capraia, Elba, Pianosa, Montecristo, Giglio e Giannutri. Oltre che per la videosorveglianza la rete doveva anche garantire copertura Wi-Fi all'interno di alcune isole.

Si trattava di un progetto particolarmente complesso, caratterizzato anche da notevoli difficoltà logistiche, data la necessità di raggiungere i vari siti via mare e successivamente a piedi, scalando zone rocciose e con condizioni meteo spesso proibitive. Inoltre la gran parte delle postazioni sono state alimentate con energie alternative (fotovoltaico ed eolico) aumentando conseguentemente la complessità del sistema e la necessità di renderlo il più affidabile possibile.

La gara è stata vinta dal Gruppo Simtel, contractor toscano che opera nel mondo delle TLC, con il massimo del punteggio tecnico per la scelta della soluzione di interconnessione tra le isole e la distribuzione del segnale. Simtel ha utilizzato prodotti Cambium Networks e ancora oggi prosegue, ove necessario, ad ampliare e migliorare l’infrastruttura con nuovi prodotti, capaci di garantire, oltre a performance elevate, un grado di protezione ad acqua e polvere di livello IP 67.

La rete è composta in sintesi da una dorsale ad alta capacità in configurazione 2+0 in Space Diversity alla frequenza di 7GHz in banda licenziata, da una serie di collegamenti in banda libera a 5GHz ed una serie di access point a 2.4GHz. Per la nuova dorsale di back up sono stati utilizzati nello specifico i Cambium Networks PTP 670, dotati antenne da 60 e 90 cm con copertura di tratte sul mare fino a 54 km, mantenendo comunque ottime performance in termini di stabilità e affidabilità.

La rete Cambium Networks, oltre al trasporto dei flussi video delle 90 telecamere termiche e di contesto (PTZ), supporta una rete VoIP che collega le varie sedi nelle isole con un solo centralino telefonico. Inoltre opera una rete Wi-Fi per la registrazione di utenti speciali come le guide del parco e le forze dell’ordine nei casi di emergenza dove la copertura GSM non è disponibile.

Per l’installazione della componentistica hardware è stata utilizzata una procedura di assemblaggio e collaudo preventivo in azienda al fine di verificare le prestazioni alle varie temperature, simulando le condizioni di utilizzo più critiche. Data le particolare situazione ambientale tutti i tecnici di Simtel impegnate nell'installazione sono stati opportunamente formati per operare attraverso elitrasporto, ove necessario dotati di Patente Nautica e hanno seguito un Corso da Rocciatori per guide alpine del CAI.

La rete viene attualmente utilizzata dal personale dell’Ente Parco, Carabinieri Forestali, Guardia di Finanza (Reparto Operativo Aereo Navale di Livorno) e dal Gruppo Simtel per la manutenzione del sistema. Nel progetto sono stati utilizzati principalmente cluster di Cambium Networks ePMP 1000 e Force 110, integrati con ePMP Force 180/200/300 e che nei prossimi mesi saranno sostituiti con le nuove ePMP Force 300-19R e ePMP 3000L.

Di grande interesse tra gli ulteriori sviluppi futuri, l'installazione di nuovi collegamenti per il monitoraggio dei nidi del falco pescatore all’ interno del Parco.

Giampiero Sammuri, Presidente dell'Ente Parco, ha così commentato: "Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti grazie al progetto implementato da Simtel, che ci ha permesso di usufruire di servizi chiave per una gestione ottimale di una realtà complessa e articolata come quella del Parco dell'Arcipelago Toscano"

Personal Data potenzia la sicurezza della rete con Palo Alto Networks

Personal Data, system integrator bresciano del Gruppo Project, focalizzato su soluzioni per la virtualizzazione e la business continuity dei sistemi IT annuncia la collaborazione con Palo Alto Networks, leader globale nella cybersecurity. L'entrata della gamma di 'Next-Generation Firewall' nel suo portafoglio, consentirà ai propri clienti di utilizzare firewall di ultima generazione in grado di proteggere le aziende con un'architettura incentrata sulla prevenzione che le aiuterà ad affrontare al meglio le sfide odierne di sicurezza.

Per NGFW si intende la terza generazione della tecnologia firewall. Palo Alto Networks offre una suite completa per la protezione a 360 gradi dell'azienda dalle minacce informatiche. I firewall di nuova generazione di Palo Alto garantiscono completa visibilità e controllo sul traffico della rete, e proteggono le imprese da minacce note e sconosciute. Le innovazioni integrate come Prevenzione delle minacce, PAN-OS, analisi malware WildFire, Filtro URL e Sicurezza DNS proteggono dalle attuali minacce alla sicurezza come il furto di credenziali e l'esfiltrazione dei dati. Nella versione virtualizzata, possono essere utilizzati su cloud pubblico e privato.

"La Security Platform di Palo Alto ha sicuramente un approccio innovativo per individuare le vulnerabilità delle infrastrutture e delle applicazioni aziendali che consente di minimizzare l'impatto degli attacchi", afferma Giuliano Tonolli,  direttore commerciale e amministratore di Personal Data. "La sicurezza delle rete e preservare i dati sono oggi priorità per tutte le organizzazioni. I firewall di ultima generazione di Palo Alto sono veloci ed efficaci e consentiranno ai nostri clienti di migliorare l'efficienza della sicurezza attraverso la rete, gli endpoint, i server e i dispositivi mobili".

Gartner ha riconosciuto Palo Alto Networks come Leader per i firewall di rete per l'ottava volta nel Magic Quadrant 2019, dove ha raggiunto la posizione più alta per capacità di esecuzione e completezza di visione sul mercato della sicurezza della rete.

mercoledì 25 settembre 2019

5G e 802.11ax : gli standard wireless emergenti

Atul Bhatnagar, Presidente e CEO di Cambium Networks, esamina lo status e il significato tecnologico dei nuovi standard di trasmissione e delinea la visione dell'azienda sulla loro implementazione in prodotti e servizi.
Nella sua accezione più semplice, il 5G si riferisce alle comunicazioni mobili di quinta generazione. In alcuni contesti, si riferisce specificamente agli standard che soddisfano i requisiti IMT-2020 pubblicati dall'ITU Radiocommunication Sector (ITU-R), uno dei tre settori dell'International Telecommunication Union, nel 2012. In altri ambiti ancora si usa il termine per indicare la vasta gamma di nuovi servizi abilitati dalle reti 5G.

I requisiti IMT-2020 riguardano tre principali tipologie d'uso: 1) il potenziamento della banda larga mobile (eMBB); 2) in ambito IoT l'mMTC (Massive Machine Type Communication) ; e 3) le comunicazioni a bassa latenza ultra-affidabili (URLLC). Il 5G, essendo abbastanza flessibile per affrontare questi casi d'utilizzo diversi e spesso in conflitto tra loro, consentirà un insieme diversificato di nuovi servizi.

Lo standard 10P LTE 3GPP è stato riconosciuto dall'ITU-R come standard di comunicazione mobile di quarta generazione nel 2010. Mentre LTE continua ad essere migliorato e supporta velocità di trasmissione dati superiori a 1 Gbps, oltre alle applicazioni IoT (Internet of Things), LTE non è stato in grado di soddisfare pienamente i requisiti IMT-2020. Per questo motivo, 3GPP ha sviluppato la 5G NR (New Radio), una nuova Radio Access Technology (RAT) .

Combinando 5G NR e LTE, 3GPP offre in tal modo uno standard composito che soddisfa i requisiti IMT-2020. La modalità di utilizzo principale per il 5G, almeno per il breve e medio termine, sarà la banda larga mobile fornita dai Mobile Network Operator (MNO).

Il 5G e il Fixed Wireless Broadband (FWB)

Un utilizzo importante per i 5G è il Fixed Wireless Broadband (FWB). Nello sviluppo delle nostre tecnologie abbiamo affrontato e dato risposte alle numerose differenze ed esigenze peculiari del FWB rispetto alle sole comunicazioni Wi-Fi o mobili a banda larga:

• Pianificazione radio per implementazioni fisse
• Modelli di traffico dati per abbonati residenziali e aziendali
• Propagazione radio del fixed wireless
• Layer 2 networking
• Messaggistica unicast e multicast
• Livelli di qualità del servizio
• Antenne e strutture CPE (Customer Premise Equipment) per esterni
• Installazioni outdoor residenziali e business

Le tecnologie chiave del 5G includono beamforming e MIMO Multi-User (MU-MIMO), tecnologie che abbiamo integrato nelle soluzioni cnMedusa, ottimizzate per le esigenze del FWB.

Come funzioneranno le reti adottando algoritmi e standard 5G?

LTE è un componente fondamentale del 5G. Abbiamo acquisito una notevole competenza in LTE, sviluppando un primo prodotto LTE, cnRanger ™. La piattaforma cnRanger, pensata espressamente per l'accesso a banda larga fissa, è conforme all'interfaccia 3GPP, e la sua roadmap si evolverà per supportare lo standard 5G NR e portare la tecnologia 5G nelle bande sub-6 GHz.
Cambium Networks sta sviluppando attivamente un prodotto FWB a 28 GHz compatibile con 5G NR, dove compatibilità significa che il Radio Access Network (RAN) opererà con CPE compatibili con 5G NR quando saranno disponibili.

I primi dispositivi che supporteranno il 5G NR saranno ottimizzati per la banda larga mobile fornita dagli operatori. Ciò significa che sono progettati per telefoni o piccoli terminali e supportano l'LTE e i precedenti standard di comunicazione mobile. In genere fanno affidamento sull'accesso a uno spettro con licenza sub-6 GHz per garantire la disponibilità dei collegamenti in condizioni "non-line of sight."

Se pensiamo invece all'ottimizzazione di un prodotto specificatamente utilizzato in ambito per FWB, ci sono molte aree per il miglioramento delle prestazioni e la riduzione dei costi:

• Antenne CPE
• Gestione dell'alimentazione CPE
• Progettazione dello scheduler per distribuzioni statiche
• Assenza di supporto alla mobilità
• Riduzione dei requisiti di compatibilità con le versioni precedenti e dei costi connessi.

Il 5G e le applicazioni IIoT

Le reti LPWA (low-power wide area) basate su 5G saranno il mezzo di trasporto preferito per l'IoT grazie alla durata delle batterie, il provisioning semplificato e le connessioni a lunga distanza per le applicazioni di automazione e analisi. L'adozione degli standard 3GPP come NB-IOT e CAT-M1 è già cominciata oggi e in futuro verranno migrati verso gli standard 5G.

In parallelo, le reti basate sul protocollo LoRaWAN (Long Range Wide Area Network) consentono alle reti private di coesistere con quelle pubbliche.
La combinazione delle reti private LoRa e di quelle private e pubbliche 5G offre agli utilizzatori industriali la flessibilità necessaria per raggiungere i loro obiettivi, sulla base di criteri quali OPEX vs. CAPEX, licenziata vs non-licenziata, consumo energetico, autonomia, copertura, capacità e QoS (Quality of Service).

Come supportare efficacemente aziende e WISP perché possano trarre i massimi benefici dal 5G?

Cambium Networks sta lavorando attivamente su prodotti a onda millimetrica sia per le bande licenziate licenza disponibili sia per bande non licenziate da 60 GHz. Insieme, queste offrono nuove opzioni a prezzi accessibili per WISP e utenti aziendali per ottenere velocità di trasmissione dati più elevate nelle reti di accesso. Nuovi strumenti di pianificazione radio e funzionalità di installazione saranno introdotte insieme a queste piattaforme per affrontare i problemi di allineamento osservati a queste lunghezze d'onda più brevi.

Il 5G rimpiazzerà il Wi-Fi?


5G non sostituirà il Wi-Fi. Se pensiamo alla comunicazione dati in termini di costo/Mbps, l'utilizzo del Wi-Fi per WLAN è decisamente conveniente rispetto a LTE / 5G NR ed è probabile che la situazione rimanga tale anche per il prossimo futuro. 802.11ax (ora noto anche come Wi-Fi 6) ha molti vantaggi nel protocollo Wi-Fi che migliorano le prestazioni, specialmente per le applicazioni comunemente utilizzate.
Le notizie sulla morte del Wi-Fi sono sicuramente esagerate. Ci sono almeno tre motivi per cui il 5G non sostituirà il Wi-Fi nel prossimo futuro:

1. I chipset Wi-Fi sono economici e offrono il miglior rapporto costo/Mbps. I chip Wi-Fi sono usati ovunque, dagli smartphone ai PC e dai dispositivi aziendali ai dispositivi domestici intelligenti: ogni anno vengono forniti oltre tre miliardi di chip Wi-Fi. Le nuove tecnologie per le reti di tipo aziendale potrebbero entrare nella case dei consumatori poiché sempre più numerosi oggetti connessi aumenteranno la domanda di connettività e affidabilità di livello enterprise. Allo stesso tempo, le reti aziendali tradizionali continuano a preferire il Wi-Fi come rete di accesso per dipendenti, ospiti e dispositivi di back-office come scanner, stampanti, controlli ambientali e dispositivi per la sicurezza.

2. Lo standard 802.11ax abbraccia e supporta gli stessi obiettivi del 5G, ovvero maggiore efficienza dello spettro, networking deterministico e slicing del servizio. 802.11ax e 5G condividono obiettivi comuni e implementazioni complementari. Nulla nel prossimo futuro modificherà la facilità di implementazione e le performance ad alta capacità che hanno decretato il successo degli standard Wi-Fi 802.11.

3. L'accesso Wi-Fi pubblico è un modello economico basato sui servizi, mentre le reti cellulari mobili sono un modello economico basato su tariffe. Consideriamo il numero di hotel, caffetterie, ristoranti, centri di trasporto e persino parchi pubblici e città che offrono accesso Wi-Fi gratuito: i servizi forniti attraverso l'accesso Wi-Fi pubblico ripagano più del costo dell'attrezzatura di rete. Le reti di accesso mobile basate su 5G sono a pagamento e non possono sostituire l'accesso di rete gratuito basato su servizi offerto dal Wi-Fi pubblico.


La visione di Cambium Networks

Le tipologie di utilizzo del 5G e i servizi sviluppati dal gruppo di lavoro per affrontarle, offrono a Cambium Networks un potente set di strumenti per creare soluzioni di rete avanzate ottimizzate per l'accesso a banda larga fissa. La nostra esperienza pratica e di successo con tecnologie 5G come Massive MU-MIMO e beamsteering, unita alla nostra consolidata comprensione delle esigenze del mercato della banda larga fissa, ci consentirà di accelerare lo sviluppo di applicazioni e soluzioni pratiche che incorporano servizi 5G. Applicheremo questi servizi attraverso il nostro modello di Wireless Fabric, sfruttando i punti di forza delle architetture di rete PTP, PMP, LTE e Wi-Fi e utilizzando sia lo spettro licenziato che non licenziato, per offrire soluzioni altamente differenziate ed economicamente vantaggiose per i nostri clienti.

giovedì 29 agosto 2019

Cambium Networks annuncia l'acquisizione delle soluzioni Wi-Fi Xirrus da Riverbed Technology.

Grazie a questa operazione Cambium Networks amplia e rafforza ulteriormente il suo portafoglio di soluzioni aziendali.

Cambium Networks, (NASDAQ: CMBM) fornitore globale leader di soluzioni di rete wireless, ha annunciato l'acquisizione dei prodotti e servizi cloud Xirrus Wi-Fi da Riverbed Technology, Inc.

Il portafoglio Xirrus di access point Wi-Fi enterprise ad alte prestazioni e i servizi in abbonamento, tra cui XMS Cloud Management, EasyPass Access, Application Control, Xirrus Positioning System (XPS) e MSP Command Center, miglioreranno e faciliteranno l'implementazione e le funzionalità dei Network Service Application (NSA) esistenti di Cambium Networks, e metterà a disposizione dei clienti un ricco set di nuovi servizi.

"Il wireless è la tecnologia perfetta per connettere persone, luoghi e cose", ha affermato Atul Bhatnagar, Presidente e CEO di Cambium Networks. “Siamo orgogliosi di poterci unire al talentuoso team di Xirrus, che porta con se' una storia di innovazione e una profonda esperienza nello sviluppo di soluzioni Wi-Fi ad alte prestazioni, servizi cloud scalabili, implementazioni ad alta densità, analisi di rete avanzate e servizi in abbonamento cloud. Siamo inoltre felici di dare il benvenuto ai clienti di Xirrus in tutto il mondo e ai partner di canale nella comunità Cambium Networks e non vediamo l'ora di costruire insieme un proficuo rapporto".

“Il team di Xirrus è entusiasta di entrare a far parte di un'organizzazione così fortemente dedicata e impegnata nel wireless networking. La vasta esperienza enterprise di Xirrus e lo sviluppo avanzato contribuiranno in modo sostanziale al successo delle soluzioni  Cambium Networks, proprio nel momento in cui le imprese e i service provider stanno migrando a livello mondiale da soluzioni 802.11ac al nuovo protocollo 802.11ax", ha affermato Bruce Miller, il nuovo nuovo Vice President Enterprise Marketing di Cambium Networks, precedentemente con Xirrus e Riverbed Technology. "La base clienti di Xirrus e la comunità dei partner trarranno vantaggio dal portafoglio di soluzioni wireless di Cambium Networks, ampio e perfettamente complementare."

Le soluzioni Xirrus ampliano e rafforzano l'attuale offerta Wi-Fi di Cambium Networks, per garantire ai clienti in area enterprise, istruzione, enti governativi, hospitality e ai managed service provider (MSP), una straordinaria scelta di tecnologie e soluzioni per la connettività wireless. Le soluzioni Xirrus saranno ancora acquistabili presso i rivenditori Xirrus esistenti e saranno rese disponibili tramite i ConnectedPartner esistenti di Cambium Networks nelle prossime settimane.

sabato 27 luglio 2019

Staples Solutions annuncia l’intenzione di vendere le sedi in Italia, Francia e Spagna


Staples Solutions B.V .annuncia l’intenzione di vendere le sedi situate in Francia, Italia e Spagna a RAJA – azienda di articoli da ufficio, confezionamento e forniture leader sul mercato francese. 

L’accettazione dell’offerta è soggetta al completamento di alcune procedure di consultazione e normative con i rappresentanti dei dipendenti.Le aziende in questione, con un fatturato combinato di € 320 milioni, operano con i marchi JPG, Bernard, MondOffice e Kalamazoo.

L’operazione ci permetterà di semplificare il nostro modello di business, e consentirà a Staples Solutions di concentrarsi sulle attività chiave, ovvero i contratti B2B, servendo sia aziende di medie e grandi dimensioni che istituzioni pubbliche. Le attività in Francia, Italia e Spagna si concentrano principalmente sulle vendite su catalogo e online, e sono quindi focalizzate sulle soluzioni per i clienti con piccoli uffici o agli home office (SoHo). RAJA è un partner strategico di grande importanza per le nostre attività nell’area Sud Europa, con una vasta esperienza in questo segmento di clientela e un’offerta di prodotti che completa la nostra. Riteniamo che questa transazione sia nel migliore interesse di Staples Solutions, e dei nostri clienti, dipendenti e partner,” afferma Dolph Westerbos, amministratore delegato di Staples Solutions.

Concentrandoci su un’unica attività chiave, riusciremo a costruire un’azienda più robusta. Inoltre, questo ci permetterà di investire e cogliere le opportunità che abbiamo identificato in area B2B, per aiutare i nostri clienti a raggiungere risultati sempre migliori”, ha aggiunto Westerbos.

La prevista acquisizione di quattro aziende leader rappresenta una grande opportunità per il Gruppo RAJA. Grazie al significativo aumento della nostra offerta totale di prodotti, riusciremo a implementare la nostra strategia in modo più rapido, per diventare un fornitore globale per i nostri clienti, dalle piccole imprese alle grandi aziende internazionali. La transazione rafforzerà la nostra posizione di leader, e rafforzerà la nostra forte crescita organica”, afferma Danièle Kapel-Marcovici, Presidente e Amministratore Delegato del Gruppo RAJA.

A seguito della transazione, che dovrebbe concludersi a Ottobre 2019, Staples Solutions continuerà a creare le migliori soluzioni per gli spazi di lavoro dei propri clienti aziendali in 12 paesi, con una forte presenza in Europa Centrale e Settentrionale.

martedì 9 luglio 2019

Flowmon utilizza il mirroring del traffico cloud privato e virtuale di Amazon per fornire ai clienti informazioni utili sul traffico di rete

Il supporto nativo offerto da Flowmon al VPC Traffic Mirroring di Amazon aiuta i clienti a mantenere i propri Virtual Private Cloud  (VPC) sicuri e funzionali

Flowmon Networks, fornitore di soluzioni avanzate per il monitoraggio e la sicurezza della rete, ha annunciato che la sua soluzione Flowmon è tra le prime a supportare il mirroring del traffico di Amazon Virtual Public Cloud (Amazon VPC) di Amazon Web Services (AWS). I clienti Flowmon possono ora trasformare la loro infrastruttura Amazon VPC in un ambiente trasparente per rilevare e rispondere più rapidamente alle anomalie della rete, alle minacce alla sicurezza e ai problemi relativi alle prestazioni delle applicazioni.

In passato le imprese erano abituate a poter contare su un livello elevato di visibilità sulla propria infrastruttura locale, in modo tale da garantire che i servizi critici supportassero efficacemente gli obiettivi di business e la soddisfazione degli utenti. Tuttavia, con il passaggio agli ambienti cloud, le aziende non hanno più una piena visibilità del traffico di rete, poiché i tradizionali approcci di monitoraggio come L2 tapping o SPAN / mirror non funzionano in tale ambito. Il supporto nativo di Flowmon per il mirroring del traffico di Amazon VPC offre quindi ai clienti di Flowmon un livello di controllo sulle proprie risorse cloud assolutamente analogo a quello che avrebbero sulla propria infrastruttura locale.

"Siamo molto soddisfatti del mirroring del traffico di Amazon VPC. Possiamo offrire ai clienti di Flowmon Collector la visibilità di AWS nei carichi di lavoro del cloud in pochi clic. Risolvere problemi di prestazioni e rilevare anomalie e minacce alla sicurezza è quindi facile come nel mondo locale ", ha affermato Pavel Minarik, Chief Technology Officer di Flowmon Networks.

Flowmon ha collaborato con AWS per poter portare questa funzionalità al momento del suo lancio globale. Il mirroring del traffico di Amazon VPC fornisce strumenti di monitoraggio e sicurezza grazie alle tracce di acquisizione dei pacchetti attraverso l'Elastic Network Interface (ENI). Sfruttando questa caratteristica, Flowmon consente ai team NetOps e SecOps di avere una visione immediata dei propri VPC Amazon e disporre dell'intelligenza analitica necessaria per indagare sulle minacce e il degrado delle prestazioni.


Flowmon è una soluzione di monitoraggio e analisi della rete che offre una visibilità completa sui processi IT mission-critical. Fornisce funzionalità di rete e di sicurezza per l'identificazione efficace del degrado della rete, la risoluzione rapida dei problemi, reporting, pianificazione della capacità e rilevamento di anomalie e minacce informatiche capaci di aggirare il perimetro e le soluzioni signature-based. Con il suo focus sul cloud e la progettazione iper-scalabile, consente il monitoraggio in tempo reale su infrastrutture on-premise, virtuali, cloud e ibride.