giovedì 14 giugno 2018

GARR rafforza la Rete Nazionale dell'Istruzione e della Ricerca in Italia con Infinera Cloud Xpress 2

Infinera, fornitore di  Intelligent Transport Networks, annuncia che GARR  - la rete nazionale dell'istruzione e della ricerca in Italia - ha adottato la piattaforma Infinera Cloud Xpress 2 per rispondere alla crescita della domanda di capacità trasmissiva da parte delle applicazioni di elaborazione di dati scientifici. La rete GARR connette più di 1.000 istituzioni pubbliche in Italia, con circa 4 milioni di utenti, alle altre reti internazionali e utilizza Infinera Cloud Xpress 2 per aumentare la capacità e permettere la condivisione dinamica delle risorse tra i centri di calcolo gestiti dall'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare e il CINECA, il più grande consorzio italiano di supercomputing.

GARR ha selezionato la piattaforma Infinera Cloud Xpress 2, basata su Infinite Capacity Engine (ICE4), per la combinazione unica tra prestazioni e semplicità d'uso all'interno di un apparato per reti ottiche di dimensioni compatte e di facile installazione, che supporta il provisioning 'point and click' e offre il miglior rapporto tra capacità e prestazioni ottiche. Grazie a Cloud Xpress 2, infatti, essa fornisce una capacità di 1,2 terabit al secondo, con una latenza estremamente ridotta tra i centri di calcolo. Infine, la funzionalità Infinera Instant Bandwidth consente a GARR di incrementare la capacità trasmissiva della rete nel giro di pochi minuti, riducendo i costi iniziali di implementazione, e rispondendo in tempo reale alle richieste di maggiore capacità.



"L'infrastruttura di rete GARR offre servizi di importanza strategica alla comunità accademica e scientifica in Italia", afferma il Chief Technical Officer (CTO) Massimo Carboni, "dove prestazioni e bassa latenza su connessioni veloci in fibra ottica hanno un ruolo fondamentale per i progetti di calcolo e di ricerca. La piattaforma Infinera Cloud Xpress 2 risponde a queste esigenze, e permette a GARR di accelerare l'innovazione dei servizi che supportano lo sviluppo di progetti di enorme importanza per il sistema Paese."

"Le reti per l'istruzione e la ricerca trasmettono una grande quantità di dati in tempo reale, e per questo si affidano a reti ottiche caratterizzate da grande capacità e scalabilità e bassa latenza", aggiunge Nick Walden, Senior VP EMEA di Infinera. "Siamo orgogliosi del nostro contributo alla rete GARR, che permette di rispondere alle crescenti esigenze della comunità accademica in Italia, e siamo impegnati a fornire loro soluzioni che rispondono alle esigenze di maggiore capacità trasmissiva in modo efficiente e con bassa latenza."

lunedì 21 maggio 2018

Extreme Networks nomina l'italiano Alessandro Cozzi al vertice della Regione EMEA South

Extreme Networks annuncia la nomina di Alessandro Cozzi a Regional Director per la Regione EMEA South, composta da Francia, Italia, Portogallo e Spagna. In questa nuova posizione, Cozzi avrà l'obiettivo di accelerare la crescita dell'azienda in questi mercati sfruttando le opportunità create dalle recenti acquisizioni delle attività di networking di Avaya e datacenter di Brocade.

Fondamentale per il successo sarà la maggiore focalizzazione su alcuni mercati verticali di grande importanza, attraverso relazioni più strette con gli attuali partner di canale e sfruttando le caratteristiche dell'offerta di Extreme Networks - che va dalla periferia della rete aziendale al cloud - di soluzioni di rete agili, flessibili e sicure basate su software, in grado di dare vita a una vera trasformazione digitale.

"La crescita di Extreme Networks negli ultimi due anni dimostra la capacità dell'azienda, che ha saputo effettuare delle acquisizioni strategiche in grado di arricchire la propria offerta", ha dichiarato Alessandro Cozzi. "Siamo impegnati nel mettere a disposizione di tutti i potenziali clienti i vantaggi delle soluzioni di rete basate su software, per aiutarli a costruire un'infrastruttura in grado di sostenere la loro competitività."

Alessandro Cozzi si è laureato in Economia a Milano, e dopo un'esperienza professionale negli USA ha iniziato la carriera di consulente per poi entrare nel settore ICT. Durante il suo percorso professionale ha lavorato in aziende come Alcatel, Intermec e Westcon Group, dove ha ricoperto ruoli di crescente responsabilità manageriale. Ha anche lavorato in Cable & Wireless per circa dieci anni, arrivando a ricoprire le cariche di Amministratore Delegato, Presidente Italia e Direttore Vendite Europa per le unità Carrier Business e Global Enterprise. Nel 2012 è entrato in Huawei Italia, dove ha rivestito il ruolo di Country Director Enterprise Business Group e poi quello di Vice President Global Partners and Alliances, Western Europe.

A questo link, la foto di Cozzi ad alta risoluzione: https://www.dropbox.com/s/8trhktzm263a6qc/Alessandro-Cozzi-HR.jpg?dl=0

Annuncio in inglese sul blog di Extreme Networks: https://content.extremenetworks.com/extreme-networks-blog/extreme-networks-appoints-alessandro-cozzi-as-regional-director-of-the-emea-south-region

giovedì 12 aprile 2018

Free Wi-Fi d'alta quota per la funivia del Cermis

I passeggeri della funivia del Cermis, nelle Dolomiti, possono restare connessi lungo tutto il percorso grazie ad una installazione che offre Wi-Fi gratuito di elevata qualità.

La funivia del Cermis, nei pressi di Cavalese, si snoda tra gli spettacolari panorami delle Dolomiti. La società che gestisce l'impianto, la Funivie Alpe Cermis, ha sentito la necessità di dotare i propri impianti di una infrastruttura Wi-Fi potente e affidabile che mettesse i suoi clienti nelle condizioni di restare connessi durante tutto il percorso delle cabine. 

Come in ormai tutti gli ambiti turistici, la possibilità di accedere ad una connessione Wi-Fi ed essere costantemente connessi attraverso il proprio smartphone per controllare la posta, pubblicare una foto o chattare, è un elemento dato quasi per scontato dai clienti e la direzione delle Funivie ha voluto intervenire in questo senso.

Precedentemente era installata solo una linea diretta in fibra ottica che connette le stazioni di partenza e di arrivo, che erano le uniche zone in cui era offerta connettività. 

Il progetto è stato affidato a Tecnodata Trentina, che ha per prima cosa svolto una accurata analisi del percorso, caratterizzato da forti pendenze e saliscendi. Sono stati effettuati specifici test utilizzando un access point Cambium Networks AP 500, collocato in diversi punti della tratta per verificare il posizionamento ottimale degli AP, osservando prestazioni di segnale e speedtest. Sono state così identificate le posizioni ottimali e sono stati configurati gli apparati. L’installazione vera e propria ha richiesto solamente 5 giorni, mentre il tempo totale di  test e sviluppo è stato di circa 1 mese.

L'infrastruttura consta complessivamente di 48 apparati: per la backbone sono stati utilizzati 24 moduli radio Cambium Networks ePMP Force 180 configurate in punto-punto e 24 access point cnPilot E501 configurati in modalità dual band. 

Grazie all’affidabilità e alle particolari performance degli apparati è stato possibile avere tempi di latenza sui client connessi inferiori ai 10ms su tutta la tratta, coprendola in modo omogeneo per tutta la lunghezza e offrendo sino a 8 Mbps di banda.

Di grande importanza per la rapidità e l'efficacia dell'installazione è stato l'utilizzo del software di configurazione e gestione cnMaestro, sempre di Cambium Networks, che consente di implementare e monitorare tutta l'infrastruttura mantenendo prestazioni costanti e permette inoltre di intervenire a piacimento sui parametri di funzionamento attraverso un'unica interfaccia di controllo semplice ed intuitiva. 

Etichette: , ,

venerdì 6 aprile 2018

Il programma di canale di Cambium Networks promosso a pieni voti.

Profittabilità per il partner, demo kit, training e "deal registration" i punti di forza del programma ConnectedPartner.

Il programma di canale di Cambium Networks, azienda di riferimento nel mercato delle soluzioni per il wireless networking, ha ricevuto dalla testata americana CRN la massima valutazione nell'ambito della guida annuale "2018 Partner Program Guide".  E' il secondo anno consecutivo in cui il ConnectedPartner Program di Cambium riceve una valutazione a cinque stelle.

La guida di CRN assegna il proprio voto ai programmi di canale dei vendor sulla base degli investimenti effettuati a favore dei partner, la profittabililtà offerta, il livello di training, il supporto tecnico, le risorse di marketing, il supporto alle vendite e la comunicazione. 

Il programma ConnetctedPartner permette al canale di Cambium Networks di posizionarsi con successo nei mercati delle soluzioni per la connettività wireless point-to-point e point-to-multipoint, per l'IoT, per l'accesso Wi-Fi di livello Enterprise e per le soluzioni di management cloud-based end-to-end.

L'obbiettivo chiave di ConnectedPartner è quello di massimizzare la penetrazione nel mercato minimizzando i possibili conflitti nel canale. I partner beneficiano, oltre che di sconti, demo kit e fondi per il marketing, della "deal registration" attraverso cui possono registrare sul portale a loro dedicato il business potenziale su cui stanno lavorando e proteggerlo così da inutili e dannose corse al ribasso.



 
"Trovare il giusto vendor di tecnologia con cui affrontare il mercato è un' impresa difficile per il canale" commenta  Robert Faletra, Executive Chairman di The Channel Company, editore di CRN "Le valutazioni a cinque stelle formulate da CRN aiutano a concentrarsi sulle opportunità migliori e offrono un insight di grande valore. "

Ron Ryan, Senior Vice President of Global Channels di Cambium Networks sottolinea: “Siamo molto soddisfatti di ricevere un simile riconoscimento per il secondo anno consecutivo: abbiamo progettato il nostro programma di canale ascoltando le reali esigenze dei nostri partner  concentrandoci sugli elementi capaci di assicurare il loro successo. L'anno scorso, a livello globale, abbiamo accolto più di 1.000 nuovi partner e  puntiamo ad un altrettanto soddisfacente 2018"

Etichette: , , , ,

giovedì 29 marzo 2018

Il 2018 di Cambium Networks : focus sul Wi-Fi Enterprise per la piccola e media impresa.

Cambium Networks ha recentemente incontrato partner e distributori nel corso dell'evento tenuto al Parco Agroalimentare FICO a Bologna.

Obbiettivo dell'incontro era fare il punto su quanto fatto sinora nel mercato italiano, soprattutto sul fronte del Wi-Fi, e approfondire le strategie del vendor americano in merito.

Dopo il lancio ufficiale del portafoglio di soluzioni Wi-Fi Enterprise lo scorso anno, molta strada è stata fatta: più di 100 nuovi partner hanno condiviso la visione di Cambium su questo segmento di mercato e le implementazioni si sono moltiplicate su tutto il territorio.

In sintesi possiamo dire che le caratteristiche dell'offerta Cambium Networks si sono posizionate perfettamente coprendo un "vuoto" nel mercato tra le soluzioni Wi-Fi consumer, incapaci di rispondere alle esigenze di un utilizzo Enterprise, e le soluzioni di fascia alta, capaci di performance adeguate, ma che sono decisamente molto costose, spesso richiedono licenze per gli access point e per la gestione della rete, e non sono di facile implementazione e gestione. Il target chiave in questa strategia è costituito dal segmento della media e piccola azienda, con un impegno particolare sul mondo dell'hospitality e del retail, che nel nostro paese costituiscono un mercato potenziale di enorme valore.

Anche il Wi-Fi pubblico costituisce un'area in cui Cambium Networks dispone di strumenti adeguati: un capitolo dell'evento è stato infatti dedicato specificatamente a questo argomento, in particolare al programma europeo di finanziamenti WIFI4EU e alle iniziative intraprese da Cambium per mettere i comuni italiani nelle condizioni migliori per approfittare di questa occasione.   

Il portafoglio hardware e software sviluppato da Cambium coglie perciò importanti opportunità di mercato grazie a un mix vincente tra infrastruttura di costo contenuto, nessuna necessità di licenza per gli access point, facile configurazione, caratteristiche tecniche di classe Enterprise, ampiezza del portafoglio ed efficacia del supporto pre e post-vendita.

Ma questo importante portafoglio di offerta deve raggiungere il mercato attraverso un canale qualitativamente all'altezza dei suoi compiti e fortemente motivato verso gli obbiettivi comuni; partendo da questo concetto la politica di sviluppo dei partner di Cambium Networks si articola su  alcuni punti chiave:

- Supportare la crescita del partner sia in termini di volumi che di profitto
- Migliorare le competenze e dare valore agli investimenti
- Proteggere e gestire il canale aiutandolo a differenziarsi dai competitor

Attraverso l'adesione al programma di canale il partner si assicura une serie di importanti vantaggi: innanzi tutto la "deal registration" che consente di segnalare a Cambium Networks un'offerta in corso, proteggendola così da possibili interferenze e inutili corse al ribasso; poi accesso ai demo-kit, fondi marketing, promozioni, documentazione tecnica, white paper e presentazioni di prodotto dedicate.

Grande enfasi anche sul training, ricco e articolato che va dalle certificazioni, ai corsi gratuiti on demand sul portale Cambium, sino alla possibilità di accedere ai webinar in lingua italiana della Cambium Networks Academy.

"Crediamo che il pacchetto di offerta complessivo di Cambium Networks consenta ai nostri partner di realizzare obbiettivi importanti nel mercato italiano" dichiara Marco Olivieri, Regional Sales Manager per l'Italia. "La crescita numerica del nostro canale e i numerosi casi di successo che abbiamo documentato nell'ultimo anno di attività ci confortano circa le scelte che abbiamo fatto" 

Etichette: , , , ,

venerdì 9 marzo 2018

Wi-Fi enterprise: lo stato dell'arte, il futuro.



Il 14 Marzo, nella suggestiva cornice del Parco Agroalimentare Fico, Cambium Networks incontra i partner per approfondire soluzioni e ambiti di applicazione
del Wi-Fi enterprise.

Cambium Networks ha scelto la suggestiva e "golosa" ambientazione offerta dal Parco Agroalimentare Fico, appena fuori Bologna, per incontrare i partner e parlare di Wi-Fi enterprise, esaminando e discutendo tecnologie e ambiti applicativi.

Verranno presentati alcuni specifici casi di successo riferiti al Wi-Fi pubblico, al retail e all'hospitality. Si parlerà anche del recente programma europeo WIFI4EU a sostegno del Wi-Fi pubblico e delle iniziative di supporto intraprese da Cambium Networks.

La location: FICO rappresenta tutta la biodiversità del mangiare italiano e all’italiana, un luogo dove possibile mangiare e degustare le principali ricette della cucina italiana con gli ingredienti freschi e genuini realizzati sul posto dalle 40 Fabbriche Contadine. Direttamente dal campo alla forchetta. (https://www.eatalyworld.it/it/ristori)

Ecco nel dettaglio l'agenda :

• 9:30-10:00 Registrazione e welcome coffee

• 10:00-10:30 Benvenuto e Introduzione (Alessio Murroni – VP Sales Europe)

• 10:30-11:15 La strategia e il futuro del wifi enterprise di Cambium Networks
(Chetan Hebbalae - Senior Director Product Managment)

• 11.15-11:40 La soluzione wifi enterprise e l’innovazione tecnologica
(Max Moccia – Regional Technical Manager Italy)

•11:40-12:00 Coffee break e approfondimenti c/o la demo area

• 12:00-12:15 I programmi governativi wifi4eu e wifi.italia.it (Marco Olivieri – Regional Sales Manager Italy)

• 12:15-13:00 Customer testimonial:

Funivie del Cermis (public access)
Nexis e Arnold Coffee (retail)
Comune di Riccione e connect@You (municipality)

• 13:00-13:20 Programma di canale, training e support (Marco Olivieri – Regional Sales Manager - Italy)

• 13:20-13:30 Q & A

• 13:30-14:30 LUNCH

• 14:30-15:30 Visita guidata al parco agroalimentare FICO

Etichette: , , , ,

mercoledì 28 febbraio 2018

DGLine partecipa alla seconda edizione di Tempo di Libri

Focus su e-commerce e digital strategy dedicati a editori e librerie

 DGLine, web agency specializzata nello sviluppo di portali e progetti e-commerce dedicati a Editoria e Turismo, partecipa alla seconda edizione di Tempo di Libri, Fiera Internazionale dell'Editoria, che si terrà dall'8 al 12 marzo 2018 presso Fieramilanocity - padiglioni 3 e 4, c/o Spazio AIE.

Il programma anche per questa edizione è ricco di incontri, workshop e tavole rotonde, rinnovato nelle tematiche e negli spazi. DGLine insieme al Gruppo Centro Libri e al Master Professione editoria cartacea e digitale sarà presente in due appuntamenti dedicati all'editoria e alle librerie:

Venerdì 9 marzo, ore 12.30, spazio AIE

Quali sono gli strumenti che migliorano l'efficienza in una casa editrice?

Con Davide Giansoldati (DGLine), Marsilio Editori, Editrice Bibliografica.

A cura di DGLine - Gruppo Centro Libri, in collaborazione con AIE Network

Esiste la possibilità di controllare l'andamento dei propri titoli? C'è una soluzione semplice per condividere informazioni tra editoriali e commerciali? È possibile costruire un modello di conto economico dei libri? A queste domande rispondono tre casi di successo.

Sabato 10 marzo, ore 11.30, spazio AIE

Il marketing manager digitale in editoria

Con Davide Giansoldati (docente master), a cura di Editrice Bibliografica e del Master Professione editoria cartacea e digitale dell'Università Cattolica di Milano

Tempo di Libri sarà anche un'opportunità per incontrarsi e parlare insieme di progetti e collaborazioni future. Un'occasione di presentazione e confronto con gli operatori del settore sulle ultime funzionalità dei gestionali sviluppati da DGLine:

Biblos, piattaforma per la gestione di sito web e e-commerce, permette la vendita di libri, e-book, riviste, abbonamenti e corsi con facilità e velocità. User oriented e integrata con i social network, personalizzabile secondo le esigenze del cliente.

Bsuite, gestionale personalizzato e multimodulare, è studiato per tutte le esigenze di business del mondo editoriale. Una gestione facile e veloce di opere, abbonamenti, adozioni, diritto d'autore, omaggi, recensioni, rassegna stampa. Inoltre, può essere utilizzato in mobilità ovunque ci si trovi, si adatta a ogni device, archivia i dati in modo sicuro e aggiorna le statistiche in tempo reale.

"Mettiamo passione, impegno, esperienza e idee al servizio dell'editoria", dichiara Davide Giansoldati, CEO e Managing Director di DGLine. "Per questo raggiungiamo risultati sempre più importanti: grazie alle nostre soluzioni, gli editori aumentano le vendite, i rinnovi degli abbonamenti e migliorano la loro presenza online."