domenica 13 novembre 2022

Nuovi Access Point Wi-Fi 6/6E da Cambium Networks.

Le nuove soluzioni per interni ed esterni sono veloci e semplici da implementare per i team IT e i provider di servizi gestiti (MSP)

Cambium Networks (NASDAQ: CMBM), fornitore globale di soluzioni di rete, annuncia quattro nuovi access point (AP) per interni ed esterni alimentati da Qualcomm® Networking Pro Series e da altre piattaforme Qualcomm® Wi-Fi 6 e 6E, che ampliano ulteriormente il portafoglio di soluzioni di rete aziendali di Cambium Networks. I nuovi AP Wi-Fi consentono alle aziende di offrire in modo efficiente l’esperienza utente di alto livello che ci si aspetta oggi, garantendo allo stesso tempo il miglior Total Cost of Qwnership (TCO) della categoria.


Progettati per essere utilizzati in un'ampia gamma di settori, tra cui hospitality, istruzione e sanità, i nuovi AP sfruttano la più recente tecnologia Wi-Fi integrata per ottenere una potente combinazione di prestazioni ottimali e convenienza. Gli AP sono facili da installare grazie alle diverse opzioni di montaggio a soffitto, a parete e desktop, in ambienti interni ed esterni. Il provisioning automatico e le policy di rete sono gestiti con cnMaestro™ X, che offre un'unica console per gestire una rete Cambium di soluzioni wireless e cablate end-to-end. 

"In combinazione con la piattaforma Cambium ONE Network, questi nuovi AP rappresentano un altro modo in cui rendiamo più facile per le aziende assicurare ai propri utenti esperienze di navigazione eccezionali", ha dichiarato Atul Bhatnagar, Presidente e CEO di Cambium Networks. "Offriamo alle organizzazioni e agli MSP una gestione IT che unifica Wi-Fi, switching, sicurezza di rete, SD-WAN e infrastruttura wireless, il tutto fornito e gestito centralmente nel cloud con cnMaestro™ X attraverso un'unica piattaforma di servizi di rete".

"Le piattaforme scalabili Wi-Fi 6 e 6E di Qualcomm Technologies sono ideali per prodotti di connettività stabili, resilienti e ad alte prestazioni, come gli ultimi access point di Cambium Networks", ha dichiarato Ganesh Swaminathan, Vicepresident, product management, di Qualcomm Technologies, Inc. "La nostra collaborazione dimostra come piattaforme per la connettività di qualità superiore, abbinate a innovazioni come ONE Network di Cambium, possano offrire risultati davvero rivoluzionari ai clienti aziendali e alle imprese".

Le nuove soluzioni hardware e software Wi-Fi 6 comprendono:

- XV2-22H AP Wi-Fi 6 2x2 da parete e da scrivania per interni che offre una larghezza di banda di 2,97 Gbps e switch integrato. Ideale per applicazioni nei settori dell'hospitality, unità abitative, istruzione e piccole e medie imprese.

- XV2-21X AP 2x2 Wi-Fi 6 per interni, con montaggio a soffitto che offre una larghezza di banda di 2,97 Gbps totali. Ideale per applicazioni hospitality, unità abitative e piccole/medie imprese.

- XV2-23T AP 2x2 Wi-Fi 6 per esterni, con antenne interne a lunga portata. Ideale per applicazioni di hospitality, istruzione, municipalità, trasporti e logistica.

 - XE3-4TN AP esterno 4x4/2x2 Tri-Band Wi-Fi 6/6E. Pronto per i 6GHz con radio 5/6GHz software defined. Ideale per applicazioni ad alte prestazioni nel campo dell'istruzione, dei locali pubblici e della produzione.


martedì 8 novembre 2022

Olivieri è il nuovo Regional Sales Director Southern Europe di Cambium Networks

Marco Olivieri è stato nominato Regional Sales Director Southern Europe di Cambium Networks, con responsabilità per Spagna, Francia e Italia.

Olivieri è entrato in Cambium nel 2016 e ha guidato gli sforzi dell’area EMEA per costruire da zero un forte canale di networking aziendale, dall’apertura di nuovi distributori, nonché alla definizione degli standard globali di Cambium in materia di reclutamento e attivazione dei partner. Il suo approccio mirato ai mercati verticali, la sua innovazione di marketing e l’esecuzione della go-to-market strategy, hanno fornito a Cambium innumerevoli best practice da emulare. Quando il COVID è arrivato all’inizio del 2021, Marco Olivieri è stato in prima linea nell’innovazione, implementando nuove strategie di coinvolgimento virtuale che dureranno nel tempo. I mercati dell’Europa meridionale presentano punti in comune che possono essere sfruttati per guidare le prossime fasi di crescita di Cambium.


Professionista del settore High tech e ICT con più di 15 anni di esperienza nel settore, dopo il conseguimento della Laurea magistrale in Ingegneria delle telecomunicazioni ha fatto esperienza in alcuni dei più important player di mercato ICT, operando in differenti ruoli chiave, focalizzato al conseguimento di obbiettivi aziendali e personali

La nomina di Olivieri rientra nel più ampio piano di riorganizzazione della struttura Europea voluto da Alessio Murroni, (recentemente nominato Vice President Europe, Middle East and Africa) in base al quale i mercati europei sono stati suddivisi in 4 sottoregioni distinte:

– Regno Unito, Irlanda e Paesi Nordici

– DACH – (Germania, Austria, Svizzera) e BeNeLux (Belgio, Paesi Bassi, Lussemburgo)

– CEE – Europa centrale e orientale

– Europa meridionale – che comprende Spagna, Francia e Italia.

Commenta Murroni: “Sono certo che la nuova struttura, sotto la guida dei nuovi responsabili ci permetterà di cogliere nuove opportunità di crescita sia nel mercato enterprise che in quello dei service provider. Le mie particolari congratulazioni a Marco per il suo nuovo ruolo: a lui andrà il sostegno di tutti nell’affrontare queste nuove sfide. “

giovedì 3 novembre 2022

Partnership tra MANTA e MEGA per la data lineage e governance

MEGA International collabora con MANTA per accelerare la trasformazione aziendale attraverso soluzioni di data lineage e governance.

MEGA International annuncia la partnership con MANTA per offrire soluzioni complete e integrate di data lineage e governance ai propri clienti e alle organizzazioni partner. 

Il data lineage consiste nell’identificazione e rappresentazione del ciclo di vita del dato, dal sistema di origine fino a quello di destinazione, rendendo visibili le trasformazioni subite dal dato, i processi di riferimento e le relazioni di interdipendenza con le altre informazioni. La complessità degli ecosistemi odierni ha messo molte organizzazioni in difficoltà nel navigare in ambienti di dati in espansione e altamente interconnessi, con conseguente rallentamento della consegna delle informazioni, aumento del numero di incidenti e insight di business poco affidabili.


Grazie a questa nuova partnership, le soluzioni combinate di MEGA e MANTA offrono una visione completa degli ambienti di dati e rendono disponibili informazioni aziendali critiche. Grazie a questa integrazione, il data lineage di MANTA arricchisce le capacità di governance della piattaforma MEGA HOPEX, garantendo agli utenti l'accesso all'intera portata delle loro pipeline per prendere decisioni aziendali basate sui dati.

"Siamo lieti di collaborare con MEGA per offrire alle aziende gli strumenti necessari a gestire sistemi di dati sempre più complessi", ha dichiarato Petr Stipek, vice president of partnerships di MANTA. "L'integrazione con la piattaforma HOPEX garantisce ai clienti l'accesso all'intera gamma delle loro informazioni con la flessibilità e la scalabilità necessarie per soddisfare le esigenze in rapida evoluzione del business."

"Siamo entusiasti di proporre ai nostri clienti le potenti funzionalità tecniche di data lineage di MANTA, per aiutarli ad automatizzare questa fase critica in relazione a qualsiasi iniziativa di governance dei dati. Combinando le due soluzioni, consentiamo alle organizzazioni di migliorare il loro orientamento ai dati e di accelerare la trasformazione digitale del business", ha dichiarato Robert Raiola, Senior Vice-President of Marketing di MEGA International.  

Informazioni su MANTA

MANTA è una piattaforma di data lineage di livello mondiale che offre vista completa sull’ambiente di dati. Analizzando automaticamente il vostro ambiente, MANTA costruisce una potente mappa di tutti i flussi di dati e la fornisce attraverso un'interfaccia utente nativa e altri canali a utenti tecnici e non. Con MANTA, tutti hanno piena visibilità e controllo della propria pipeline di dati. Visitate www.getmanta.com  per scoprire come MANTA può aiutare la vostra azienda a sfruttare i dati come un vero patrimonio aziendale.

Informazioni su MEGA International

MEGA International è una società globale di software SaaS operante in 52 diversi paesi che offre soluzioni software leader per “Enterprise Architecture“, “Business Process Analysis“, “Governance, Risk and Compliance (GRC)“ e “Data Governance”.

MEGA ha creato HOPEX, una piattaforma collaborativa in grado di fornire un unico archivio per aiutare le aziende a raccogliere, visualizzare, analizzare e comunicare tutte le informazioni, per pianificare ed adattarsi meglio al cambiamento.

martedì 13 settembre 2022

A Parigi la connettività per il sociale è firmata Cambium Networks.

La connettività Wi-Fi consente a più di 5000 assistenti sociali e caregiver di migliorare sensibilmente il livello di assistenza grazie alle installazioni Cambium gestite dall’MSP Nomosphère.

Il Centre d'action sociale Ville de Paris (Centro di Azione Sociale della Città di Parigi - CASVP) sta implementando una soluzione Wi-Fi a livello cittadino fornito dal Managed Service Provider Nomosphère. Sono stati installati i primi 100 siti delle 294 postazioni presenti a Parigi, per un totale previsto di migliaia di access point Wi-Fi che utilizzano prodotti e tecnologie Cambium. La gestione centralizzata del cloud attraverso cnMaestro X fornisce a CASVP un'unica soluzione di connettività affidabile per tutta la città.


Più di 5.000 operatori sociali del CASVP forniscono assistenza ad anziani, persone con esigenze speciali e famiglie che vivono in condizioni di vulnerabilità. La connettività Wi-Fi consente agli assistenti sociali e ai caregiver di migliorare sensibilmente il livello di assistenza:

    • Monitoraggio della salute
    • Sessioni di formazione per l'apprendimento delle competenze
    • Assistenza per la richiesta di aiuti

Nomosphère fornisce servizi operativi e di gestione MSP a più di 10.000 sedi in Francia e all'estero. La soluzione comprende un captive portal personalizzato in più lingue che gestisce facilmente l'autenticazione e le risorse differenziate.

Per contenere i costi, Nomosphère utilizza una tecnologia affidabile, efficiente e facile da usare. "La configurazione delle apparecchiature e la gestione dell'infrastruttura sono molto semplici, grazie alla piattaforma di gestione cloud Cambium cnMaestro", ha dichiarato Jean-Yves Simon, direttore commerciale di Nomosphère. "Inoltre, gli access point sono perfettamente integrati con il nostro Network Operations Center".

"CASVP si concentra sulla fornitura di cure e assistenza alle persone", ha dichiarato Atul Bhatnagar, presidente e CEO di Cambium Networks. "Il nostro obiettivo è fornire soluzioni di rete che consentono agli MSP come Nomosphère e agli operatori sociali del CASVP di ottenere un accesso semplice, affidabile e sicuro che permetta loro di fornire la migliore assistenza possibile".


Informazioni su CASVP
La missione del CASVP è combattere tutte le forme di esclusione, ridurre le disuguaglianze e garantire e facilitare l'accesso ai diritti. Accompagna e sostiene quotidianamente i parigini più vulnerabili: anziani, disabili, famiglie e persone in situazioni difficili.


Informazioni su Nomosphère
Nomosphère dispone di tutte le competenze necessarie per realizzare reti wireless dedicate, scalabili e ad alte prestazioni. I nostri esperti si dedicano interamente alla qualità del servizio e alle prestazioni delle soluzioni implementate. L'esperienza del cliente è la nostra priorità e ci sforziamo di rendere ogni progetto Wi-Fi una risorsa straordinaria per i nostri clienti.

Informazioni su Cambium Networks 
Cambium Networks offre comunicazioni wireless per aziende, comunità e città in tutto il mondo. Milioni di radio sono installate per connettere persone, luoghi e cose con un tessuto wireless unificato che abbraccia diversi standard e frequenze di fixed wireless e Wi-Fi, il tutto gestito centralmente tramite il cloud. Le nostre soluzioni wireless multi-gigabit offre un'interessante proposta di valore rispetto alla fibra tradizionale e alle soluzioni wireless alternative. Lavoriamo con i nostri ConnectedPartner certificati Cambium per fornire soluzioni di connettività a service provider, aziende, industrie e amministrazioni pubbliche in ambienti urbani, suburbani e rurali, con un wireless che, semplicemente, funziona.

martedì 26 luglio 2022

Alessio Murroni è il nuovo Vice President of Sales per la Regione EMEA di Cambium Networks.

Un veterano nell’area dei service provider e del networking enterprise guiderà lo sviluppo commerciale delle soluzioni wireless di Cambium.

Cambium Networks (NASDAQ: CMBM), fornitore globale di soluzioni di rete wireless, ha annunciato oggi la nomina di Alessio Murroni a Vice President of Sales per la regione Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA).


Sales executive di grande esperienza sia nel settore dei service provider che in quello enterprise, Murroni vanta una lunga serie di comprovati successi. In quasi 20 anni di esperienza nelle vendite B2B, ha creato relazioni a lungo termine e partnership di successo che hanno generato una crescita importante in diversi mercati verticali europei. È stato determinante nell'evoluzione dell'espansione commerciale di Cambium Networks in Europa: da fornitore di accesso fixed wireless focalizzato principalmente sui service provider, Cambium Networks è ora anche un'alternativa per le soluzioni di rete nei settori dell'hospitality, dell'istruzione primaria e superiore, della sanità e delle reti pubbliche locali.

"Cambium Networks dispone di un solido portafoglio di soluzioni di connettività wireless", ha dichiarato Murroni. "Il team di vendita dell'area EMEA comprende direttori di vendita regionali esperti che si concentrano su nuove opportunità di crescita nei mercati delle imprese, dei service provider e della difesa".

 "Gli operatori di rete, i partner e gli utenti finali vogliono esperienze online soddisfacenti a prezzi accessibili", ha dichiarato Bryan Sheppeck, Senior Vice President of Global Sales di Cambium Networks. "Alessio Murroni e il team EMEA stanno dimostrando agli operatori di reti aziendali e ai service provider come il nostro portafoglio di soluzioni wireless sia capace di offrire rapidamente la connettività conveniente e affidabile di cui hanno bisogno".

mercoledì 8 giugno 2022

Hospitality: Cambium Networks e NCR Orderman ottimizzano le soluzioni palmari per le ordinazioni e i POS con connettività Wi-Fi 6.

Le soluzioni palmari per le ordinazioni e i POS appoggiati su una moderna infrastruttura Wi-Fi 6 aumentano la soddisfazione della clientela e l'efficienza, riducendo i costi di gestione.

Cambium Networks ha stretto una partnership con NCR Orderman, leader mondiale nel settore delle ordinazioni mobili, per offrire soluzioni Wi-Fi ad alte prestazioni dedicate al settore alberghiero e della ristorazione, tra cui sistemi POS e palmari per la presa d'ordine e la fatturazione mobile. Oltre 55.000 ristoranti in tutto il mondo sono dotati di un sistema Orderman. Con questa nuova soluzione,  ristoranti e altri locali possono offrire un servizio veloce e efficiente grazie al Wi-Fi altamente affidabile di Cambium Networks che supporta i sistemi POS e i dispositivi mobili.


Il sistema di prenotazione wireless Orderman di NCR comprende terminali POS, sistemi di ordinazione portatili e tutti gli  accessori che consentono alle aziende del settore alberghiero di prendere e inoltrare gli ordini ed eseguire poi la fatturazione, con la massima rapidità ed efficienza. Grazie alla stampa delle fatture per il cliente direttamente al tavolo e alla semplificazione dell'elaborazione degli ordini, i locali sono in grado di garantire liveli elevati di soddisfazione degli ospiti, migliorando al contempo la produttività e l'efficienza. Ovviamente un'infrastruttura Wi-Fi costantemente affidabile è fondamentale per ottenere tutti i vantaggi del sistema NCR Orderman.

NCR Orderman utilizzava in precedenza trasmissioni radio a 433 MHz per l'infrastruttura di comunicazione. Sfruttando invece la tecnologia Wi-Fi, una rete può supportare l'accesso degli ospiti e allo stesso tempo fornire una connettività sicura e affidabile per i sistemi POS del locale. NCR Orderman ha quindi sviluppato nuovi palmari con capacità Wi-Fi e offre anche servizi Wi-Fi completi. Per questa soluzione di rete, l'azienda utilizza esclusivamente access point Wi-Fi 6, switch Ethernet cnMatrix™ e soluzioni di gestione cloud cnMaestro™ forniti da Cambium Networks.

Progettazione, installazione e manutenzione come pacchetto completo

NCR Orderman offre alle aziende di ristorazione e ai rivenditori un pacchetto completo di soluzioni Wi-Fi. Questo include non solo l'ampio portafoglio di dispositivi come palmari e sistemi POS, ma anche il test di una rete Wi-Fi esistente (WiFine Service) o la pianificazione di una nuova infrastruttura (Wi-Fi Site Survey). Sulla base di queste analisi, NCR Orderman può anche realizzare l'implementazione. Il portafoglio di NCR Orderman comprende anche l'assistenza in caso di problemi e la manutenzione. Sono stati creati numerosi modelli di configurazione per i ristoranti, resi disponibili nel sistema di gestione Cambium Networks cnMaestro, per consentire di creare rapidamente un progetto di copertura su misura per l'azienda.

"Siamo molto soddisfatti della partnership con Cambium Networks. I punti di accesso Wi-Fi facilitano


notevolmente il lavoro nel settore dell'hospitality, afferma Philipp Schmidt, Product Manager di NCR Orderman. "Cambium Networks offre una connettività di alta qualità che garantisce un solido business case. La soluzione ha un'eccellente qualità di roaming e risponde alle nostre esigenze e a quelle dei nostri clienti. I punti di accesso Wi-Fi sono potenti, flessibili e perfettamente compatibili con i nostri nuovi palmari Orderman9. Al momento offriamo la soluzione di rete ai nostri clienti nella regione DACH. In futuro è prevista l'espansione all'intera regione europea. Inoltre, stiamo attualmente lavorando all'integrazione del cloud Orderman con cnMaestro, che amplierà ulteriormente le capacità di monitoraggio e di servizio di Orderman."


mercoledì 25 maggio 2022

6 idee preconcette (o meno) sullo “shadow SaaS”

di Paul ESTRACH, Direttore Marketing Prodotti di MEGA International


Da qualche anno, le soluzioni SaaS hanno sedotto quasi tutte le organizzazioni. A volte senza nemmeno saperlo, poiché qualsiasi dipendente può sottoscrivere un abbonamento e accedere al servizio senza restrizioni attraverso un semplice browser. Gli utilizzi che risultano invisibili all'IT e agli architetti aziendali non sono senza rischi, quindi rivediamo quali siano le nozioni preconcette e quali le verità sullo shadow SaaS nelle organizzazioni. 

Shadow SaaS è la versione moderna dello shadow IT

Falso - Shadow IT è una nozione che è stata identificata e concettualizzata da molto tempo nelle organizzazioni. Nella maggior parte dei casi, le sue origini risalgono alla costruzione empirica e non strutturata dei sistemi informativi più di trent'anni fa. Questa mancanza di razionalizzazione ha portato a una perdita di visibilità sul sistema esistente e quindi a rischi e derive, soprattutto in termini di costi.

Lo Shadow SaaS è invece l'utilizzo di soluzioni SaaS da parte degli utenti aziendali, senza riferirlo al dipartimento IT. Questa situazione è resa possibile dal principio intrinseco della modalità SaaS, che combina funzionalità e infrastruttura in un unico abbonamento, che gli utenti aziendali possono sottoscrivere direttamente. Lo shadow SaaS è quindi un elemento dello shadow IT, che rimane il problema più complesso da rintracciare, perché è al di fuori del dipartimento IT e dei suoi budget.  

L'unico rischio del SaaS ombra è finanziario

Falso - Il rischio finanziario è ovviamente importante: senza visibilità o capacità di gestione da parte del dipartimento IT, ci sono molte applicazioni ridondanti e abbonamenti inutilizzati all'interno dei molteplici dipartimenti aziendali o di supporto. Ma anche i rischi sui dati sono importanti.

Innanzitutto vi sono i rischi relativi ai dati personali ("data privacy"). Senza padroneggiare le applicazioni SaaS, è impossibile soddisfare i requisiti delle normative sulla privacy (come il GDPR) per esempio. Questo è particolarmente vero quando si tratta di identificare gli usi, i luoghi di archiviazione e i metodi di trattamento dei dati personali all'interno dell'organizzazione. 

Allo stesso modo, lo shadow SaaS può creare rischi per i dati sensibili: informazioni sui clienti, segreti industriali, ecc. Anche in questo caso, il dipartimento IT deve mantenere il controllo per limitare ulteriori rischi, soprattutto in termini di business o di immagine.

Il fenomeno SaaS sta crescendo nelle organizzazioni

Vero - Piattaforme collaborative, gestione delle note spese, strumenti HR, gestione delle relazioni con i clienti, messaggistica istantanea, robot conversazionali: esistono oggi molte applicazioni per aiutare i team aziendali nel loro lavoro quotidiano. 

Di facile accesso, con abbonamenti spesso ragionevoli e talvolta persino gratuiti per esigenze limitate, queste diverse applicazioni non richiedono alcun intervento da parte del dipartimento IT per essere implementate. Inoltre, non c'è generalmente alcun intento malevolo da parte degli utenti: dal loro punto di vista, è solo un modo per essere efficienti rapidamente.

La maggior parte dei CIO ha sufficiente visibilità sulle applicazioni SaaS

Falso - Le applicazioni SaaS possono essere utilizzate attraverso un semplice browser e possono essere sottoscritte direttamente dai team aziendali, senza alcuna consultazione con il dipartimento IT. 

Di conseguenza le organizzazioni di una certa dimensione - soprattutto le grandi aziende, ma anche alcune piccole e medie - possono scoprire, durante gli audit fatti con le piattaforme di gestione SaaS, che dal 60 al 70% delle applicazioni SaaS sono completamente invisibili ai dipartimenti IT, che quindi hanno una visibilità parziale e non sono in grado di gestire e razionalizzare le applicazioni utilizzate dall'azienda.

I compiti dell’enterprise architecture si evolveranno con la crescita del SaaS

Vero - L'enterprise architecture continuerà ovviamente a svolgere le sue missioni principali, in particolare l'analisi e la consulenza nella trasformazione e ottimizzazione dei sistemi informativi. 

D'altra parte l'architetto delle soluzioni si concentrerà più sulle esigenze del business che sulle questioni infrastrutturali - hosting, deployment, supervisione - che saranno sempre più delegate a parti esterne, dato il principio stesso del SaaS. 

Poiché il rischio è spostato al fornitore di servizi esterno, le sfide dell'architettura aziendale si concentreranno sulla definizione dell'architettura di business, i livelli funzionali, la razionalizzazione delle applicazioni e delle funzionalità esistenti - e meno sugli aspetti tecnologici del deployment.

I rischi dello shadow SaaS saranno limitati agli utenti esperti

Falso - Con gli utenti sempre più a loro agio con la tecnologia digitale, le proiezioni suggeriscono che l'80% delle applicazioni delle organizzazioni potrebbero essere utilizzate in modalità SaaS entro il 2031 (rispetto al 17% di oggi). 

Il rischio che lo shadow SaaS si diffonda in tutta l'organizzazione è quindi molto reale. Sarà contenuto solo se gli architetti aziendali e i team IT avranno sufficiente visibilità per essere in grado di gestire tutte queste applicazioni e quindi ottimizzare il loro uso e i costi.

Per fare questo potranno contare su specifici strumenti di gestione SaaS (che il 50% delle organizzazioni sta già pianificando di implementare entro il 2026 secondo Gartner) e strumenti di pianificazione della trasformazione IT. Emergeranno anche i futuri "SaaS Management Director", posizioni che senza dubbio cresceranno nei prossimi anni.

L'autore

Paul Estrach è direttore del marketing dei prodotti presso MEGA International, con oltre 15 anni di esperienza nella pratica dell'Enterprise Architecture. Prima di questo ruolo, ha lavorato con un gran numero di organizzazioni sui loro progetti di trasformazione, dall'ottimizzazione dei processi all'evoluzione dei loro sistemi informativi, prima come consulente poi come direttore dei servizi per oltre 7 anni.